2 – Salomone, la scimmia bracciante
e la Guerra per l’oro rosso

Ascolta l'articolo

Nel primo appuntamento dedicato all’oro rosso vi ho raccontato delle origini della preziosa spezia, stavolta sposto l’attenzione sulla letteratura e sull’attenzione che tanti scrittori classici hanno riservato allo zafferano.

Come detto, le tracce del Crocus sativus risalgono a migliaia di anni fà. Testimonianze in alcune pitture murali trovate a Cnosso e Santorini, in Grecia, portano indietro l’orologio del tempo fino al 1500 a.c.

Questi primordiali murales ritraggono l’intero processo di raccolta dello zafferano con immagini di giovani fanciulle e addirittura scimmie impegnate nell'atto di staccare i filamenti dalla pianta.

Dall’arte figurative alla letteratua. Perfino nella Bibbia si fa riferimento al croco, nello specifico nel Cantico dei Cantici di Salomone, reso poi celebre al cinema dal grande Robert De Niro che ne declama alcuni passi nel capolavoro di Sergio Leone "C'era una volta in America".

Nel capitolo 2, verso 1 un brano recita: "Sono un semplice Zafferano della pianura costiera" e ancora nel capitolo 4, verso 14 si legge di nardo e zafferano.

Dell’oro rosso ne fanno riferimento nelle loro opera anche Ippocrate, Sofocle, Omero, Ovidio, Virgilio e tanti altri poeti dell’antica Roma.

Queste numerose testimonianze storiche rappresentano prove inconfutabili della profonda e radicata cultura nata intorno alla pregiata spezia, oltre che delle grandissime proprietà curative della stessa.

Non a caso il commercio dello zafferano diventò particolarmente redditizio per egiziani, romani, arabi, europei e asiatici. In particolar modo nel 14° secolo, durante l’epidemia della peste bubbonica che devastò l’Europa, ci fu un’enorme richiesta di zafferano per le cure mediche.

Fu naturale l’incremento delle importazione dall’estero e gli inevitabili atti di pirateria per il possesso dei carichi. Per 3 mesi si duellò aspramente per accaparrarsi approvvigionamenti di Zafferano, ne conseguì un conflitto denominato proprio "Guerra dello Zafferano". Stando a questi cenni storici, dunque, è evidente che in passato l’oro rosso era ricercato principalmente per le sue caratteristiche mediche. In verità, ancora oggi in India lo zafferano è usato principalmente nella medicina ayurvedica.

Mentre in Medio Oriente e in Germania esistono numerosi trattati di medicina sul Crocus.

Zafferano Piceno, la mia azienda, si è fatta carico, di un'enorme responsabilità: custodire e diffondere una tradizione lunga oltre 3000 anni.

Con amore e passione siamo pronti a scrivere nuove pagine di questa emozionante storia.

Post a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *